×

Porte aperte in municipio per firmare la legge di iniziativa popolare che introduce in costituzione la difesa dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile, in un patto tra generazioni, Municipio aperto a Ostana per i prossimi 10 giorni.

Gli uffici rimarranno a disposizione dei cittadini tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 14.00, per consentire loro di firmare la proposta di legge d'iniziativa popolare, presentata presso la Cancelleria della Corte di Cassazione, che si prefigge di introdurre in Costituzione i principi di equità generazionale, sviluppo sostenibile e difesa dell’ambiente.

In specifico, si chiede di aggiungere all’art.3, «La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia come formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale» la frase «anche nei confronti delle generazioni future. Promuove le condizioni per uno sviluppo sostenibile»; e all’art 9,«La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica (cfr. artt.33,34). Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione», la frase: «Riconosce e garantisce la tutela dell'ambiente come diritto fondamentale».

L’iniziativa intende dare una prima risposta concreta alla a rete dei ragazzi di Friday for Future, che ha un riferimento anche ad Ostana, introducendo nella Carta fondante della nostra Repubblica il principio dell’equità tra generazioni, per un futuro che garantisca a quelle che verranno di trovare in eredità un Pianeta sostenibile sotto il profilo ambientale ed economico.

Ostana in questi anni ha già vinto una sfida che appariva impossibile. «L’amministrazione comunale - commenta la Sindaca Silvia Rovere - con anni di impegno e di lavoro ha consentito il ripopolamento del territorio. Bambini e neonati animano di nuovo le sue borgate in alto come in basso.

Ma gli abitanti di Ostana, e soprattutto i suoi bambini, si trovano davanti a un'altra sfida che in realtà dipende poco da loro ma con la quale bisogna fare i conti: i cambiamenti climatici.

Una sfida globale che richiede a tutti di partecipare. Anche là dove si è in pochi, dobbiamo rispondere all’appello impegnandoci a fondo e dedicando del tempo a questa giusta causa, come genitori, nonni, zii o semplicemente come persone.

Dobbiamo garantire un futuro degno di essere vissuto ai nostri figli, ai nostri nipoti e a tute le generazioni che verranno restituendo loro, se possibile, un Pianeta in condizioni ambientali migliori di quelle che abbiamo trovato.

Per questo motivo abbiamo aderito all’iniziativa lanciata dall’ ASviS (Alleanza Italiana per lo
Sviluppo Sostenibile) con il supporto di svariate associazioni, gruppi e forze politiche».
L’obiettivo è di raggiungere 50.000 firme entro il 6 ottobre.

«Ci aspettiamo la vostra firma e vi accoglieremo a Ostana - conclude la Sindaca - con la consueta, conviviale amicizia. Questa è una battaglia su cui vale la pena spendersi e tutti dobbiamo essere protagonisti».

Per poter firmare è necessario essere maggiorenni, presentarsi con un documento d’identità valido e la tessera elettorale.